Psicomotricità

“La pratica psicomotoria si basa sull’espressività psicomotoria dell’individuo, vale a dire su tutte le possibilità che egli ha di stabilire relazioni libere con lo spazio, gli oggetti e le persone in uno spazio preordinato. La psicomotricità è uno stato dell’essere ed è un legame indissociabile che esiste tra il corpo, la mente e lo spirito…” B. Aucouturier

Il servizio di psicomotricità è rivolto ai bambini ed alle famiglie con bambini in età evolutiva. Attraverso l’attuazione di strategie individualizzate sulle esigenze del singolo bambino, si occupa in generale di promuovere uno sviluppo armonico del bambino, ed in particolare, in situazioni di fragilità, di stimolare il raggiungimento di obiettivi specifici negli aspetti motorio-prassici, cognitivo-relazionali, comunicativi, manipolativi e nelle autonomie.

Il percorso neuropsicomotorio è composto da:

  • primo incontro con il bambino e la famiglia;
  • valutazione delle abilità specifiche (tramite test standardizzati e osservazione);
  • colloquio di fine valutazione con la famiglia (per discutere dei risultati ottenuti nella valutazione e le possibilità di percorso);
  • presa in carico neuropsicomotoria (se dalla valutazione sono emerse difficoltà).