Percorsi psicologici emotivi individuali e di gruppo

“Esistono legami affascinanti tra i nostri sentimenti e le parole che utilizziamo per esprimerli. Alcune emozioni negative possono attenuarsi quando sapete con quale nome chiamarle, alcune si rivelano giocare un ruolo non indifferente nelle nostre vite quando impariamo il loro nome. (…) Le emozioni appartengono soltanto a noi? Pensare alle emozioni vi trasporterà in un labirinto di porte girevoli e passaggi collegati tra loro.”  T. W. Smith

I percorsi psicologici emotivi consistono in una presa in carico che prevede una due fasi. La prima è di valutazione del funzionamento e del profilo personale, a partire dalle fragilità e dai bisogni per i quali si è stati contattati.

Sono previsti massimo cinque incontri di conoscenza e valutazione in cui verranno anche somministrati test proiettivi e non. La fase successiva è la presa in carico costruita ad hoc a partire dagli obiettivi condivisi e co-costruiti con la famiglia. Si struttura in blocchi di cinque incontri all’inizio dei quali vengono stabiliti nuovi obiettivi di intervento.

Viene coinvolto l’intero sistema familiare e la rete socio-educativa con le figure di riferimento (ad es. scuola, territorio, servizi socio-educativi ecc..) laddove ritenuto opportuno e utile. Nella presa in carico vengono impiegate strategie e strumenti sempre pensati e ideati per il singolo, sulla base dell’età, di quello che lo appassiona e in cui si stente maggiormente competente perchè il momento di trattamento possa rappresentare un vero momento di benessere, supporto e sollievo.

Qualora si ritenesse necessario un approfondimento ulteriore, sia dal punto di vista valutativo che terapeutico, si consiglia un invio condiviso con la psicoterapeuta dello studio.

Un percorso psicologico emotivo di gruppo può portare a notevoli benefici in quanto consente di lavorare contemporaneamente su fragilità individuali e sulla loro ricaduta interpersonale.

Il gruppo rappresenta una risorsa grandissima per sperimentarsi più direttamente nel processo di acquisizione di nuove competenze emotive e sociali.

I gruppi sono costituiti ad hoc sulla base dell’età, delle fragilità affini o complementare per un efficace trattamento e sugli obbiettivi pensati.
Di seguito alcuni esempi di prese in carico e alcuni esempi di target a cui sono stati rivolti.

PRESE IN CARICO EMOTIVE INDIVIDUALI

Percorso psicologico per gestire l’ansia

Casi trattati finora: ansia scolastica, ansia da performance e manifestazioni psicosomatiche, mutismo selettivo

Percorso psicologico per gestire la rabbia (verso sè stessi e/o gli altri)

Casi trattati finora: rabbia nell’ADHD, rabbia come elemento depressivo, rabbia esplosivo-intermittente verso gli altri

Percorso psicologico per l’autostima (scoperta identitaria e delle risorse del sè nella storia personale)

Casi trattati finora: il lavoro sull’autostima costituisce, con numero incontri variabile, una parte fondamentale di tutti i percorsi psicologici emotivi. Può rappresentare inoltre un percorso a sè stante individuale o di gruppo.

Percorso psicologico per sviluppare le skills interpersonali

Casi trattati finora: il lavoro sulle competenze interpersonali costituisce, con numero incontri variabile, una parte fondamentale di tanti i percorsi psicologici emotivi.

Può rappresentare inoltre un percorso a sè stante individuale o di gruppo.

Ha costituito una parte importante nei casi di mutismo selettivo, di abbattimento dell’umore e di isolamento a fronte di DSA, di funzionamento oppositivo-provocatorio con conseguente isolamento, di ADHD con conseguente isolamento.

Percorso psicologico per gestire l’abbattimento dell’umore, gli episodi depressivi e la perdita di motivazione

Casi trattati finora: tutor domiciliare per la motivazione allo studio e per il supporto per le scelte evolutive, maturazione della motivazione scolastica a fronte di fatiche scolastiche, di ansia o di bassa autostima

Percorso psicologico per la gestione di fatiche comportamentali e/o attentive

Casi trattati finora: tutor ADHD, potenziamento capacità attentive in caso di autismo ad alto
funzionamento, potenziamento capacità attentive in caso di DSA, gestione delle fatiche comportamentali in caso di autismo ad alto funzionamento e in caso di comportamenti oppositivi-provocatori

Percorso psicologico per le fatiche grafiche e di motricità fine (base)

Casi trattati finora: percorso per lavorare sulla disgrafia e sulla motivazione al compito con metodologie tradizionali ed ergoterapiche di base

Percorso psicologico per la produzione scritta creativa in caso di DSA

Casi trattati finora: percorso per lavorare sulla produzione scritta, dopo precedenti percorsi per fatiche legate al DSA, stimolando la produzione creativa autonoma e lavorando, contemporaneamente, su ansia scolastica e autostima

Percorso psicologico per l’uso inadeguato o la dipendenza da videogioco

Casi trattati finora: la gestione del videogioco e la prevenzione della dipendenza in caso di ADHD nel tutoraggio domiciliare, la gestione del videogioco e la prevenzione della dipendenza in caso di autismo ad alto funzionamento

PRESE IN CARICO DI GRUPPO

Corso di educazione pratica ed emotiva ai videogames (infanzia)

Corso di video-making e alfabetizzazione emotiva (pre-adolescenti)

Percorso per l’autostima (pre-adolescenti)